FLC CGIL Matera

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • incrementa grandezza carattere
  • Default font size
  • Riduci grandezza carattere
Venerdì 10 Maggio 2019 09:03

GIORNALINO FLC n° 16

Il personale educativo della scuola statale che intende presentare domanda di mobilità per il prossimo anno scolastico 2019/2020, potrà farlo dal 3 maggio al 28 maggio 2019.

Guida | Scheda di sintesi | Scadenze

L’Ordinanza Ministeriale 203 dell’8 marzo 2019 ha confermato che la procedura avverrà con modalità online, attraverso le istanze online. Chi non ha provveduto lo scorso anno, dovrà registrarsi e seguire quanto indicato nei vari passaggi della piattaforma.

Si possono esprimere preferenze per non più di nove province oltre a quella di titolarità (articolo 28 comma 1 del CCNI 2019/2022). La domanda di passaggio di ruolo può essere presentata per un solo ruolo, verso la scuola di infanzia o verso la scuola primaria: occorre essere in possesso della laurea in scienze della formazione primaria, oppure del diploma conseguito presso l’istituto magistrale, ma entro il 2001/2002 con valore di abilitazione all’insegnamento. Sono disposizioni comuni quelle relative al sistema delle precedenze, come riportate negli articoli 13 e 14 del CCNI.

Avviato il 6 maggio al MIUR il confronto per realizzare nel modo più efficace i punti politici dell’intesa su precariato docenti e valorizzazione ATA. La riunione è stata aggiornata.

Il 6 maggio 2019 si è tenuto il tavolo tematico sul reclutamento nella scuola e la tutela del precariato, frutto dell’Intesa sottoscritta il 24 aprile a Palazzo Chigi fra il Governo e le Organizzazioni Sindacali. Leggi la notizia.
Il MIUR ha confermato la volontà di eliminare la prova preselettiva per il personale docente con 3 annualità di servizio prevedendo anche una percentuale più ampia di posti riservati per il prossimo concorso ordinario (48.500 posti). 

Ad esso verrebbe affiancata, come fortemente richiesto dalle OO.SS., una fase transitoria che preveda un percorso abilitante speciale riservato allo stesso personale, finalizzato all’immissione in ruolo. 
Tale percorso dovrà comunque garantire a tutti i docenti in possesso del requisito del servizio dei 36 mesi la partecipazione al percorso abilitante.

L’incontro di oggi ha permesso una prima esplorazione del contesto: per formulare precise proposte finalizzate ai necessari interventi legislativi, è risultato necessario conoscere in maniera più dettagliata i dati relativi alle disponibilità di posti e classi di concorso, divisi per regione, considerato che il numero complessivo dei docenti con 3 annualità, ad oggi, risulta essere di 55.604.

Il confronto è proseguito in relazione alla valorizzazione del personale ATA e degli assistenti amministrativi facenti funzione di DSGA.
Le organizzazioni sindacali hanno richiamato l’urgenza di individuare soluzioni che tengano conto delle volontà politiche previste nell’accordo in tema di stabilizzazione dei docenti precari e di valorizzazione del personale ATA.

Al termine di questo primo confronto le parti si sono aggiornate: a breve sarà individuata una data nelle prossime ore per proseguire la discussione.

Venerdì 03 Maggio 2019 09:24

GIORNALINO FLC n°15

Definiti i criteri di massima per la distribuzione delle risorse e la loro finalizzazione. Dopo alcune ulteriori ricognizioni, la sottoscrizione definitiva delle due ipotesi di CCNI è rimandata ad un prossimo, successivo incontro.

02/05/2

Giovedì 2 maggio 2019, alle ore 10.30, si è tenuto, presso la Direzione generale delle risorse umane e finanziarie del MIUR, l’incontro con le Organizzazioni sindacali finalizzato a discutere sui seguenti punti:

  • Ipotesi CCNI economie MOF a.s. 2017/2018
  • Ipotesi CCNI a.s. 2017/2018 per gli scopi di cui all’art.86 del CCNL 29 novembre 2007

Per entrambi le ipotesi di CCNI sono stati definiti in linea generale i criteri per la ripartizione delle risorse e la loro finalizzazione.

Per quanto riguarda l’ipotesi di CCNI per personale comandato/utilizzato ex art. 86 CCNL 2007 occorrerà attendere la rilevazione del MIUR sul numero esatto degli esoneri e semiesoneri dei supervisori di tirocinio prima di definire la distribuzione dei compensi.

Per l’ipotesi di CCNI sulle economie 2017/2018 andranno fatti alcune ricognizioni da parte del Ministero circa i fabbisogni delle scuole prima di determinare le varie finalizzazioni.

È stata, perciò, rimandata ad un prossimo, successivo incontro (da fissare) la sottoscrizione definitiva delle due ipotesi di CCNI 2017//2018.

019

Pagina 3 di 368
Sei qui: Home

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy. L'adozione di questo controllo, risponde al "Provvedimento del Garante della Privacy dell' 8 Maggio 2014" per la protezione dei dati personali.

EU Cookie Directive Module Information